BIOGRAPHY

ï

 

Andrea Caretto (Torino, 1970, laurea in Scienze Naturali) e Raffaella Spagna (Rivoli, 1967, laurea in architettura) concepiscono l'arte come una forma di ricerca, un modo libero di investigare le dimensioni multiple della realtà: caratteri formali e qualitativi della materia, ma anche aspetti fisici quantitativi, questioni filosofiche e sociali, sviluppando processi che evolvono nel lungo periodo. Siano esse installazioni, azioni collettive, perfomance o sculture, i loro lavori i loro lavori sono sempre il risultato di un "processo relazionale", nel senso che emergono dalla complessa rete di relazioni che gli autori stabiliscono con differenti elementi (organici, inorganici, viventi, ecc.) dell'ambiente in cui operano. Negli ultimi anni la loro ricerca si è fondata sull’idea che la forma delle cose possa essere intesa come l’espressione di un “campo relazionale”, manifestazione di forze incorporate, con il quale, come artisti, essi intendono confrontarsi. Collaborano stabilmente dal 2002 esponendo in istituzioni pubbliche e private in Italia e all’estero

Sono tra i fondatori dell’associazione di artisti “Diogene”, che, tra le varie attività, promuove la residenza internazionale per artisti “Diogene Bivaccourbano” - www.progettodiogene.eu

Collaborano inoltre con il Centro di Ricerca Interuniversitario IRIS (Istituto di Ricerche Interdisciplinari sulla Sostenibilità) dell’Università di Torino e Brescia e con la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Torino.

Vivono e lavorano a Cambiano (To).

 

 

Andrea Caretto (Turin, Italy, degree in Natural Sciences 1970) and Raffaella Spagna (Rivoli, Italy,1967, degree in Architcture) explore the profound relationships linking human beings to the environment. They conceive art as inquiry, a free way to investigate the multiple dimensions of reality: formal, qualitative and physical quantitative aspects of the matter but also philosophical and social aspects. In keeping with their respective educational backgrounds – landscape architecture for Spagna and natural sciences and scientific museology for Caretto – their projects generate complex installations that simultaneously present the investigation, study, demonstration and experimentation of our relationship with nature.  They investigate the relationships linking human beings to other living organisms and inorganic matter, developing projects that evolve over the long term. In the last years they have been working on the idea that the form of things (objects, organisms, society, landscape…) could be intended as an emergent property, expression of a relational and morphogenetic field with which the artist has to confront. If forms arise through a process of growth within what is known technically as the “morphogenetic fields”, they would like to consider their art practice and artworks as something that originates from this same field of forces and the artist as one of the morphogenetic agent between the others. Their works, both installations, sculptures, collective actions and performances, always result from “relational processes” in the sense that they emerge from a net of relationships they established with different elements (organic, inorganic, living, etc.).

They have been working together on a regular basis since 2002, exhibiting in public and private institutions in Italy and abroad.

They are among the charter members of the artist collective “Diogene” (www.progettodiogene.eu) and collaborate with the research Center IRIS (Interdisciplinary Research Institute on Sustainability) of the University of Turin and Brescia.

They live and work in Cambiano (To), Italy.

 

SOLO EXHIBITIONS

 

2015

       o      FieldWorks_Wachau, kunstraumarcade, Mödling (Austria), curated by Verena Gamper

  

       o      I Malus, Cittadellarte - Pistoletto Foundation, Biella (Italy)

2012

o      Systemic Collection, GAM (Civic Gallery of Modern and Contemporary Art, Turin, (Italy), curated by Luigi Fassi;

2011

o    Retour sans préavis / Back without Warning, art3 Art Contemporain, Valence (France), curated by Sylvie Vojik - www.art-3.org/projets-territoire/408.php/

 o    On ne peut pas descendre deux fois dans le même fleuve / You could not step twice into the same river CAP - Centre D’Art Plastique, Saint Fons, France, curatedby Anne Giffon Selle

2009

o    Soil Practice,  e/static gallery, Turin (Italy), curated by Carlo Fossati   www.estatic.it/content/andrea-caretto-e-raffaella-spagna-soil-practice

2008

 o    Exposition “O”, Rurart Centre d’Art, Rouillé (France), curated by Arnaud Stines

o     De La Transformation Des Choses, residency and solo exhibition at CAIRN (Centre d'Art Informel de Recherche sur la Nature), Digne-les-Bains, (France), curated by Nadine Gomez-Passamar

o     Materie Oscure. Aula in fondo a sinistra, CRAC (Centro Ricerca Arte Contemporanea Liceo Artistico Statale ''Bruno Munari''), Cremona, curated by Dino Ferruzzi and Gianna Paola Machiavelli

2007    

o     M.P. (Matières Premières), Centre d’Art Le Parvis, Ibos (Francia), curated by Odile Biec

o     Solo show at Lione DocksArtFair c/o Fabio Paris Art Gallery, Brescia

2006 

o    Actions 2000-2006, Marino Marini Museum, Florence (Italy), curated by Alberto Salvadori and a.titolo;

2005

o     Domesticazioni,  Fabio Paris Art Gallery,  Brescia

 

selected GROUP EXHIBITIONS

 

2017

         GLOBAL LEARNING. Pratiche artistiche e attività educative al Ma*Ga, Ma*Ga - Gallarate Art Museum, curated by Alessandro Castiglioni, Francesca Chiara, Lorena Giuranna

 

2016

              o    [en]counters - Bori Bunder @ Platform 8, ICIA – The Arts Trust, Mumbai, India, curated by Leandre D’Souza (ArtOxygen)

 2015

 

          Orti del Paradiso. Capolavori d'arte dal XV al XXI secolo, Filatoio di Caraglio (Cn), curated by Martina Corgnati and Paolo Pejrone (september 2015)

       o    Old songs new songs, blank, Turin, curated by Carlo Fossati

        o    J’ai pris un pierre pour voir le monde, Le Huit, Paris, curated by Anne-Sophie Luyton

 

2014

 

o    Meteorite in Giardino, MERZ Foundation, Torino (Italy), curated by Maria Centonze;

o    Meteorite in ambiente, Nuovo Spazio di Casso, Casso (Pn), curated by Gianluca d’Incà Levis;

o   Meteorite in giardino_7 OUT, Museo Riso, Palermo, curated by Agata Polizzi; 

o   VIVRE(S), Domaine de Chamarande, France, curated by Julie Sicault Maille and Lauranne Germond ;

o   Mi tentano paesaggi, senza alcuna idea di movimento, Laber, Berchidda, Italy, curated by Giangavino Pazzola

o   Approches de la nature dans le livre d’artiste, Musée Gassendi, Digne-les-Bains, France. Curated by Anne Mœglin-Delcroix

o   Sic Vos Nos Vobis (For you but not yours), PAV (Park of Living Art - Center of Contemporary Art), Turin, Italy, curated by Claudio Cravero

o    Le Pas et la page. Approches de la nature dans le livre d’artiste. Musée Gassendi, Digne-les-Bains, France. Curated by Anne Mœglin-Delcroix

o   Wetraders - Cedo Criso offro Città, Toolbox, Torino, Italy, curated by Angelika Fitz, Rose Epple, Lisa Parola, Luisa Perlo

 

2013

o      Internaturalism, PAV (Park of Living Art - Center of Contemporary Art), Turin, Italy, curated by Claudio Cravero;

 

2012

o      À travers la montagne, CeSAC – Centro Sperimentale per le Arti Contemporanee, Caraglio (Cn), a cura di a.titolo e Nadine Gomez-Passamar

o      In Context:public.art.ecology - Food Edition 1, Khoj International Artists' Association - New Delhi (India)

2011

o      Insolite Parentele, Sala Dogana, Palazzo Ducale, Genova, a cura di Fancesca Busellato

o      Italia Giovane Stato, Fondazione Peano, Cuneo, a cura di Enrico Perotto

2010

o      Sketches of Space, Mudam Luxembourg (Musée d’Art Moderne Grand-Duc Jean), a cura di Enrico Lunghi, Clément Minighetti, Marie-Noëlle Farcy et Christophe Gallois

2009

o       Sensibili Energie, Galleria Comunale Arte Contemporanea, Arezzo, a cura di Alberto Salvadori e Giovanna Uzzani;

o       Village Green, PAV (Parco d’Arte Vivente), Torino, a cura di Claudio Cravero (2009/2010);

o       Green Platform . Arte / Ecologia / Sostenibilità. Strozzina - Centro di Cultura Contemporanea Fondazione Palazzo Strozzi, Firenze;

o       Music for a Long Time. e/static , Torino

2008

o       900' - Cento anni di creatività in Piemonte. Museo dei Campionissimi, Novi Ligure, a cura di M. Vescovo;

o      ECOSOFTART, PAV (Parco d'Arte Vivente), Torino, a cura di Claudio Cravero;

o     EURASIA. Dissolvenze geografiche dell'arte. MART (Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto) a cura di Achille Bonito Oliva con la collaborazione di: Lorenzo Benedetti, Iara Boubnova, Cecilia Casorati, Hu Fang, Christiane Rekade, Julia Trolp;

o      Paesaggio ZerO, Cascina Le Vallere, Sede del Parco del PO Torinese, Torino, a cura di andrea caretto / raffaella spagna;

o      Superfici Sconnesse, Palazzo Barolo, Torino, a cura di Lisa Parola;

o      Energie sottili della materia, Urban Planning Exhibition Center, Shanghai e China National Academy of Painting, Pechino, a cura di Marisa Vescovo

2007

o       Los Limites del Crecimiento, Sala Alcalà 31,  Madrid - a cura di Juan Antonio Alvarez Reyes;

o       Living Material,  PAV (Parco d'Arte Vivente), Torino, a cura di Ivana Mulatero;

o       UNTO - A critical food experience, Palazzo Lucarini Contemporary, Trevi, a cura di Maurizio Coccia;

o       Les Imprevus au jardin, Domaine de la Piece, Saint Gervais sur Mare (Francia) -  a cura di Microclimax;

 2006

o      Biennale Adriatica di Arti Nuove – Aviaria, San Benedetto del Tronto (Ap), a cura di Antonio Arevalo e Cristiano Seganfreddo;

o      Natura Morte e  Resurrezione. Venticinque artisti internazionali verso un’ecologia della mente, Borgo Seghetti Panichi, Castel di Lama (AP),  a cura di Marisa Vescovo;

o      Indiscipline - tre giorno di studio, laboratori ed eventi,  Fondazione Lanfranco Baldi, Pelago (Fi), a cura di Matteo Chini;

o      Fogli/e Scritte, Palazzo Tornielli, Ameno (No), a cura di Claudio Cravero e Davide Vanotti;

o      Spirito Divino, Fattoria Montellori, Fucecchio (Fi), a cura di Luca Beatrice e Valeria De Simoni;

o      MaterialeImmateriale – Sperimentazioni materiche nell’arte contemporanea, Rettorato dell’Università degli Studi di Torino, a cura di Officine LAG;

2005

o      T1- La sindrome di Pantagruel, Torino Triennale Tremusei, Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, a cura di Carolyn Christov-Bakargiev e Francesco Bonami;

o      Io & Te, (per il ciclo Paradossi dell’amicizia), Istituto Svizzero di Roma - Centro Culturale Svizzero di Milano e Fondazione svizzera per la cultura Pro Helvetia di Zurigo.  Via Farini, Milano, a cura di Paolo Bianchi e Barbara Fässler

o      Bioarte (Premio Oscar Signorini XXII^ edizione), STUDIO D’ARS  Milano, a cura di Alberto Mattia Martini;

o     Chronos, il tempo nell’arte dall'epoca barocca all’età contemporanea, CeSAC – Centro Sperimentale per le Arti Contemporanee, Caraglio (Cn), a cura di Andrea Busto, Alberto Cottino, Francesco Poli;

o      Il corridoio dell’Arte per lo Sport e la Pace,  Palazzo della Triennale, Milano, a cura di Gabriele Fasolino e Gabriella Serusi;

o      Open air, Orto Botanico di Parma (a cura di Marinella Paderni e Isotta Saccani);

o       Zooart 2005, Giardini Fresia, Cuneo, a cura del comitato artistico Zooart;

2004

o       Quarto piano, porta a destra, citofonare Luciana, casa di Luciana Littizetto, Torino, a cura di Fabio Paris;

o     Empowerment: Cantiere Italia,  Museo d’Arte Contemporanea Villa Croce e Villa Bombrini, Genova, a cura di Matteo Fochessati, Marco Scotini, Sandra Solimano;

o       Quotidiana 04, Museo Civico al Santo, Padova, a cura di Virginia Baradel, Guido Bartorelli e Stefania Schiavon;

o       Genius Loci, Parco del Castello di Racconigi - To (a cura di Guido Curto);

2003

o      How Latitudes Become Forms – Arte nell’era globale, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Torino, giugno – settembre 2003, a cura di Philippe Vergne;

o      Critica in opera  n°29 : Località, Galleria Comunale d’Arte Contemporanea di Castel San Pietro (Bo), a cura di a.titolo;

o      Artissima, c/o Fabio Paris Art Gallery (Bs), Lingotto Fiere (To);

 

ACTIONS

 

2014

o    EPIDERMA - in the framework of the project "Stupinigi Fertile", Stupinigi natural Park, Nichelino, Italy. Curated by Rebecca De Marchi  - www.stupinigifertile.it

 

2010

Destinazioni d’Uso pratiche di sperimentazione artistica sugli usi del suolo. Promosso dall’associazione culturale Zerotremilacento, Frosinone www.zerotremilacento.it

     2007

o   PERCORRENZA_02 - azione collettiva di percorrenza del territorio dei Parchi del Po e della Collina torinese - Monteu da Po. Promosso dall’Osservatorio del Paesaggio del Parco del Po e della collina torinese (a cura di A. Caretto e R. Spagna);

 

2006

o     PERCORRENZA_01 - Azione collettiva di percorrenza del territorio dei Parchi del Po e della Collina torinese; promosso dall’Osservatorio del Paesaggio del Parco del Po e della collina torinese, San Sebastiano Po, 24 settembre 2006;

o      ESCULENTA - Azione collettiva di raccolta e consumo alimentare di materiali naturali, installazione e performance per Cooperative Piacenza 74 e Val d’Arda, Castello di Rivalta (Pc) e Libreria Fahrenheit, Piazza Duomo, Piacenza. A cura di Antonino Bussandri;

o     MP_Materie Prime Lipidi + NaOH + H2O, performance per Festival A-more di Olocolors c/o Diamond, Torino, a cura di a.titolo;

o     SOTTERRA,  installazione e performance e Prove di Lancio, performance, per Villaggio mobile di azione artistica, ex discarica di Valle Manina, Asti. A cura di Lorenza Zambon e La Casa degli Alfieri;

o     Recinto 04 e 05 – azione di recinzione di porzione di spazio, performance e installazione, Peecetto (To) e Castel di Lama (AP)

 

2005

o     Recinto 03 – azione collettiva di recinzione di porzione di spazio, performance e installazione; in collaborazione con i dottorandi del Corso di Formazione per Dottorandi organizzato dal Centro Interuniversitario IRI(Istituto di Ricerche Interdisciplinari sulla Sostenibilità), S. Anna di Bellino, Val Varaita (a cura di A. Caretto e R. Spagna);

o      MP (Materie Prime): Sativa 1. – Cerealia, performance e installazione, per Munlab, Ecomuseo dell’Argilla, Cambiano (To) (a cura di A. Caretto e R. Spagna);

o     Villaggio_Formicaio,  azione collettiva di scavo e autocostruzione di "tane” in terra cruda e materiale vegetale, performance e installazione, per Munlab, Ecomuseo dell’Argilla, Cambiano (To) (a cura di A. Caretto e R. Spagna);

 

2004

o     Ordinamenti, performance e installazione. Giardini Fresia, Cuneo, a cura del comitato artistico Zooart;

o     Recinto 02 - azione di recinzione di porzione di spazio; Parco del Castello di Racconigi (To). Intervento svolto nell’ambito della mostra Genius Loci, a cura di Guido Curto; 

 

2003

o    Recinto 01- azione di recinzione di porzione di spazio; Parco Lungo Fiume, Castel San Pietro Terme (Bo) – Intervento svolto nell’ambito della mostra Località (a cura di a.titolo);

 

 

WORKSHOPS condotti

 

2015

  •  

    03

    o    Matter As Experience workshop for Cittàdellarte, Pistoletto Foundation, Biella, Italy, October 2015  www.cittadellarte.it/info.php  

    Esercizi di colonizzazione / Colonization Practices, Carrara Fine Art Academy, Bergamo, February 2015 www.accademiabellearti.bg.it/incontri-e-s

     

     

  • Esercizi di colonizzazione / Colonization Practices, Carrara Fine Art Academy, Bergamo, February 2015 www.accademiabellearti.bg.it/incontri-e-s

  •  Quel che resta del sole/What remains of the sun,  workshop for MAGA, Gallarate Contemporary Art Museum, Gallarate, Italy

  •  Esercizi di colonizzazione, workshop for Faculty of Architecture (Polytechnic of Turin), Centro Studi Pianpicolllo Selvatico, Levice, Italy

2014

o   EPIDERMA -  in the framework of the project Stupinigi Fertile, commissioned by Nichelino municipality, Province of Torino, Italy, 2013-2014

 

2013

o   Market Zone, commissioned by Art.ur Association, Cuneo, Italy

o   Back and Forward_ colonization 02, commissioned by PAV, Parco of Living Art, Turin.  

o   Human Microbiome_Workshop 02, commissioned by Connecting Culture, Triennale di Milano, Italy

 

o   Villaggio Sistemico commissioned by GAM (Civic Gallery of Modern and Contemporary Art), Turin, Italy

 

2012

o  Villaggio Sistemico, GAM (Galleria Civica d'Arte Moderna e Contemporanea), Torino

2011

o  1arbre, Digne les Bains, Francia, nell'ambito del Programma Interreg IV Alcotra 74 - VIAPAC - Route de l'art contemporain, promosso da Conseil général des Alpes de Haute Provence, Reserve Geologique de Haute Provence, Regione Piemonte, ass. Marcovaldo;

o  Aperto_2011_ art on the border, per conto del Distretto Culturale Valle Camonica - workshop con 7 giovani artisti e installazione permanente a Ponte di Legno (Bs)

 

2010

o   Human Microbiome_Workshop, commissioned by LACCA, Liceo Artistico Caravaggio Contemporary Art, Milano, Italy;

o   Prati Instabili - commissioned by Extraordinary Landscape Master (Master Paesaggi Straordinari), Polytechnic of Milan and NABA (New Academy of Fine Arts,  Milan);

 Arti Milano);

 

o    Destinazioni d'Uso. Pratiche di sperimentazione artistica sugli usi del suolo. workshop e intervento pubblico collettivo per conto dell’Associazione zerotramilacento, Frosinone;

 

2009

o    Everything in everything  – commissioned by Castello di Rivoli Contemporary Art Museum and Polytechnic of Turin

 o    Ground Level - commissioned by PAV, Parco of Living Art, Turin; part of Pedogenesis project;

 

2007

o    Jardin Esculenta Lazzaro 02 – Lycée Pierre-Gilles de Gennes, Digne les Bains, Francia

 

2006

o    COLONIZZAZIONE 01 – Azione collettiva di vita e lavoro in uno spazio interstiziale, per acPav (Parco d’Arte Vivente), Torino, 14-16-20 dicembre 2006;

o    MOVIMENTO TERRA -  Fondazione Lanfranco Baldi, Pelago (Fi), nell’ambito della rassegna Indiscipline (a cura di Matteo Chini);

 

2005

o   AISTHESIS, seminario teorico-esperienziale su  “Estetica e Sostenibilità” per gli studenti del Corso di Formazione per Dottorandi, organizzato dal Centro Interuniversitario IRIS (Istituto di Ricerche Interdisciplinari sulla Sostenibilità,  www.iris.unito.it/index.html);

o    ARGILLE E  VILLAGGIO_FORMICAIO,  seminario teorico-esperienziale sulla materia prima “argilla” con 15 abitanti di Cambiano, per Munlab – Ecomuseo dell’argilla, Cambiano (To)

 

 

ARTIST RESIDENCY

 

2014/2015 - AIR Krems, artist’s residency in Krems (Austria)

 

2012 - In Context: public.art.ecology- Food Edition 1, Khoj International Artists' Association - New Delhi (India)   march-  april 2012

       - ParCoii Public Art Project residency and collective exhibition in Frassineto Po, Torino (Italy), June -   www.parcoii.org  

 

2010-2011 - Moly-Sabata / Fondation Albert Gleizes, Sablons, France invited by  Art3 (Valence) and CAP Saint-Fons Project «De la Vallée de la chimie au Port de Valence. Une expérience artistique à l’échelle du paysage»

2008 - CAIRN (Centre d'Art Informel de Recherche sur la Nature), Digne-les-Bains (France), project « De la Transformation des Choses »

2007 - Les Imprevus au jardin, residency and collective exhibition at Domaine de la Piece, Saint Gervaissur Mare, France; curated by Microclimax

 

 

 

Collaborazione in progetti di ARCHITETTURA DEL PAESAGGIO

 

o      2008 - Incarico di Progettazione definitiva di un parco attrezzato litoraneo a Senigallia in collaborazione con le società SEACOOP, Aleph 3 e l’Arch. Michele Calia;

o      2007 - Vincitori del concorso di idee "Il paesaggio ritrovato. Idee di riassetto, riqualificazione e riuso per un'area di cave lungo il fiume Enza", promosso nell'ambito della Biennale del Paesaggio di Reggio Emilia. In collaborazione con  studio LSB architetti associati (Giuseppe Dell'Aquila, Luca Pugno, Simone Pugno), SEACOOP (dottori agronomi Marco Allocco, Giorgio Quaglio), dott. geol. Nicola Quaranta, ing, Francesco Tresso

 

 

LECTURES

 

 

2015

 

                  o    Il Giardino forma d’arte viva / The garden as form of living art, LetterAltura Festival, Verbania (Bi), Italy

  2014

 

       o    L’autorité de l’artiste en résidence, international panel organized by University François Rabelais of Tour, France. 23 may 2014

       o    Symposium Art and Ethnobotany, international panel organized by CIAP Vassivière, International Center of Art and Landscape, France. 5-7 September 2014

                    www.ciapiledevassiviere.com/en/actualites_evenements.aspx?id=230  

 

2013

 

              ○   Wood Sculpture Contest Sila 2013, Catanzaro Fine Art Academy, Italy

                  

 

              ○   Colloque International LES LIMITES DU VIVANT, À LA LISIÈRE DE L’ART, DE LA PHILOSOPHIE ET DES SCIENCES DE LA NATURE 19-­20 AVRIL 2013, Hôtel de Ville de Versailles (Salle des Mariages) and Institut National d'Histoire de l'Art / INHA, Paris Salle Walter Benjamin ;

               ○   Turin Fine Art Academy, Italy 

              

               ○   INTERNATURALISM - International symposium , Turin, Italy, curated by Claudio Cravero   

 

 

2011

o     Akademie Schwerte, Germany . for the Project Arts and Culture reshaping urban life
 

2010

o    De la transformation des choses. Pratiques d’expérimentation artistique sur la relation sauvage/domestiqué - MUDAM (Musée d’Art Moderne Grand-Duc Jean) Luxemburg
 

2009

                   o    “Open Mind”, Turin Municipality

                   o    Triennale di Milano, “Paesaggi Straordinari”, organized by Polytechnic University and NABA Fine Arts Academy,Milan

 

2008              

 

       o    Villa San Remigio, Verbania, Italy, “Dal giardino in poi. Una conversazione dell’erba”;

       o    Ambrosetti Foundation, Palazzolo sull'Oglio (Bs)

  2007

o    Brera Fine Arts Academy, Milan (Italy)

       o    Racconigi Castle, invited by Fine Art Academy "Accademia Albertina", Turin

 

2006

       o    University of Turin, Ph.D. candidate course IRIS (Interdisciplinary Research Institute on Sustainability)

       o    Polytechnic University of Turin (Faculty of Architecture), Italy

       o    Fondazione Sandretto Re Rebaudengo Turin, Italy

 

BIBLIOGRAPHY

o    AA.VV. “Green Platform. Arte, ecologia, sostenibilità”, catalogo della mostra, ed. Moleskine, 2009, pp. 26, 86-87, 137;

o    AA.VV. "Eurasia. Dissolvenze geografiche dell'arte" (a cura di Achille Bonito Oliva), catalogo della mostra - ed. Skira, Milano, 2008

o    AA.VV. “La sindrome di Pantagruel” (a cura di Carolyn Christov-Bakargiev e Francesco Bonami), catalogo della mostra T1 - Torino Triennale Tremusei, ed. Skira, 2005 

o    AA.VV. "Arte contemporanea a Torino - Rapporto 2010", Allemandi & C., Torino, 2011, p. 90

o    “Dalla Land Art alla Bioarte”, atti del convegno internazionale di studi, a cura di Ivana Mulatero; Associazione culturale Parco d’Arte Vivente Torino. Hopefulmonster editore, 2007

o    “Energie Sottili della Materia”, (a cura di Marisa Vescovo), catalogo della mostra, Silvana Editoriale, 2007

o    AA.VV. “Foglie Scritte. Luoghi, arte, persone”; a cura di associazione culturale Asilo Bianco, Ameno (No), 2007 pp. 39-51

o    Aperture n. 21 “Di che natura?”; Roma, 2006

o    “Natura: morte e resurrezione. Ventiquattro artisti internazionali verso un’ecologia della mente” , a cura di Associazione Culturale Seghetti Panichi, Ascoli Piceno, Otium edizioni, 2006

o    AA.VV.”Empowerment Cantiere Italia”,  (a cura di M.Scotini), catalogo della mostra, Silvana Editoriale, 2004

o    AA.VV. “Ecosoft Art – Un parco in movimento”, catalogo della mostra, Eventi e Progetti,  2008

o    AA.VV.”Los limites del crescimiento” (a cura di Juan Antonio Alvarez Reyes), catalogo della mostra, Obra Social Caja Madrid, 2007 pp. 39-41 e pp.109-117

o    AA.VV. Paradossi dell’Amicizia – un dialogo sull’arte tra Svizzera e Italia, catalogo Electa, 2006

o    AA.VV. “ Dopopaesaggio - Spazio sociale e ambiente naturale nell’arte contemporanea”, a cura di M. Scotini e L. Vecere, Regione Toscana (collana TRA ART Strumenti), 2006, pp. 170-173;

o    Marcella Anglani, “Empowerment Cantiere Italia”, Segno n. 198, settembre/ottobre 2004, pp.46-47;

o    a.titolo, “Località, Critica in opera n. 29”, catalogo, Galleria Comunale di Arte Contemporanea di Castel San Pietro (Bo);

o    a.titolo ( a cura di), Proposte XVI – Laboratorio 2: Pubblico-Privato, catalogo, Regione Piemonte Assessorato alla Cultura, Torino, 2001;

o    Virginia Baradel, Guido Bartorelli e Stefania Schiavon, Quotidiana 04, catalogo, Assessorato alla Cultura ed alle Politiche Giovanili del Comune di Padova;

o    Chiara Bertola (a cura di), “FAME - leggi in inglese, read in italian”, Fondazione Querini Stampalia - Premio Querini Furla per l’Arte - ed. 2003, Postmediabooks, Milano, 2003;

o    Natalie Blank, Julie Ramos, “Ecoplasties : Art en environnement”, Manuella Editions, 2010 pp. 108-117;

o    Ilaria Bombelli (a cura di) “Focus Torino”, Flash Art n.248, ottobre-novembre 2004;

o    Ilaria Bonacossa (a cura di), ”How Latitudes Become Forms”, short guide, Fondazione Sandretto Re Rebaudengp, Torino, 2003;

o    Francesco Bonami (a cura di), exIT. Nuove geografie della creatività italiana, catalogo, Fondazione Sandretto Re Rebaudengo - Centro per l'Arte Contemporana, Torino; Mondadori, Milano 2002;

o    P. Campiglio, “Le investigazioni naturalistiche di Andrea Caretto”, Titolo n. 40  dicembre 2002 – gennaio 2003;

o    Paolo Campiglio, Angela Madesani, e Francesco Tedeschi (a cura di), Periscopio 2000, catalogo, Edizioni Mazzotta, Milano 2000;

o    Valentina Costa, “Andrea Caretto e Raffaella Spagna”, Flash Art n. 256, febbr. – marzo 2006, pp. 114;

o    Claudio Cravero et al., “Growing Out. Evoluzione di un parco in movimento”, Eventi & Progetti Editore, 2009, pp. 38-45;

o    Antonella Crippa, "Energie Naturali", Tema Celeste n. 90, 2002;

o    Enrico Crispolti (a cura di), “Inchiesta sull’arte”, Electa, Milano 2008, pp. 229-231;

o    Guido Curto, “Presente, Futuro e Passato”,  Flash Art n. 248, ottobre-novembre 2004;

o    Guido Curto, “Proposte in gioco”, TorinoSette de La Stampa, n. 662; 9-15 novembre 2001;

o    Guido Curto, “La discarica”, TorinoSette de La Stampa, n. 662; 9-15 novembre 2001;

o    Elena Di Raddo, recensione della mostra R-Esitenze c/o Fabio Paris Art Gallery, Tema Celeste n° 102, 2004;

o    Laura Fanti, “Natura Morte e Resurrezione”, EspoArte n° 43, 2006

o    Luigi Fassi, progetto Esculenta Lazzaro, I Love Museum, Padiglione Italia - CeSAC, pp. 16-17, Silvana Editoriale;

o    Luigi Fassi, Chiara Leoni, Luca Beatrice, “La sindrome di Pantagruel”, Flash Art n. 256, febbr. – marzo 2006, pp. 100-104;

o    Marco Enrico Giacomelli, “Da Luciana L’arte è di casa”, Exibart.onpaper n.18, 2004

o    Anna Lagorio,  “Un giardino nel museo” – Flash Art n. 259, Agosto-Settembre 2006;

o    Genius Loci, in Flash Art n. 247, agosto – settembre.2004;

o    Daniela Lotta,  “Località”, Flash Art n° 244 (Febbraio-Marzo 2004), pag. 150;

o    Ivana Mulatero (a cura di), "Dalla Land Art alla Bioarte", hopefulmonster, Torino, 2007

o    Ivana Mulatero, Anna d’Agostino, Bruna Genovesio, Giulia Vola (a cura di), “This turin dis”, Juliet 114, ottobre-novembre 2003;

o    Marinella Paderni, “Paesaggio: corpo e energia nomadica”, in Exibart.on paper n. 38, marzo-aprile 2007;

o    Ludovico Pratesi, "Dodici proposte fatte ad arte per uscire dalla crisi", Il Venerdì di Repubblica 1241 - dicembre 2011, pp. 92-93

o    “Assael, Caretto, Courbot Davila”, Arte e Critica 33 gennaio-marzo 2003

o    Silvana Nota (a cura di) Centodiciotto artisti in biblioteca, catalogo, Edizioni d’Arte Fratelli Pozzo, Torino, 1995.

o   Domenico Quaranta, “Caretto / Spagna - Domesticazioni”,  in Exibart, 19 dicembre 2005

 http://www.exibart.com/notizia.asp/IDCategoria/46/IDNotizia/14831

o    Lucia Spadano, T1 Triennale Tre Musei, Segno, n. 205, nov. – dic. 2005, pp. 28-30

o    Maria Cristina Tangorra, "Il Giardino e la Pittura", Angelo Pontecorbolli Editore, Firenze, 2011, pp. 180-181 e 192-193

o    Francesco Tedeschi, "Il mondo ridisegnato - Arte e geografia nella contemporaneità", ed. Vite e Pensiero, Milano, 2011, pp. 150-153

o    Giovanna Uzzani, Alberto Salvadori (a cura di), “ Sensibili Energie”, catalogo della mostra, Edizioni Polistampa, 2010 pp. 52-57 e 102-107;

o    Marisa Vescovo, “’900. Cento anni di creatività in Piemonte”, catalogo della mostra, SilvanaEditoriale, 2008, pp. 45, 204, 299;

o    Marisa Vescovo, "Natura: morte e resurrezione", catalogo della mostra, Otium Edizioni, Acquaviva Picena, 2006 

o    Marisa Vescovo, “Energia sottili della materia”, catalogo della mostra, SilvanaEditoriale, 2007, pp. 26-27

PUBLICATIONS

o Raffaella Spagna (2011) Installazione Ambientale - in Atlante delle Nature Urbane. Centouno voci per i paesaggi quotidiani, a cura di Maurizio Corrado e Anna Lambertini, Editrice Compositori, Bologna, 2011

o Raffaella Spagna (2006) Parchi archeologici e industriali, in Edilizia per l’ambiente, sezione 02. Progettazione degli spazi verdi urbani, (a cura di Carlo Socco, Enrico Rivella, Alberto Mafiotti), UTET Edizioni, Torino

o  Raffaella Spagna (2003) Catturare il tempo. L’uso della materia vegetale vivente nell’arte contemporanea,  in Controspazio: “Progettare il paesaggio? Paesaggi dell’immaginazione”, n. 103, maggio - giugno 2003, pp.31- 38

o Raffaella Spagna (2003) “Scuole materne. Esperienza di progettazione partecipata”. In R. Baron, A. Masiero, S. Ranzato  “Facciamo un giardino? Un’esperienza di progettazione partecipata nella scuola elementare di Pino torinese”, edizioni Tirrenia Stampatori, Torino 

o Raffaella Spagna (2002) Database. Progetti di giardini e paesaggi. Pubblicato sul sito web dell’Osservatorio Città Sostenibili (Dipartimento Interateneo di Territorio della Facoltà di Architettura del Politecnico di Torino)  www.ocs.polito.it/pubblicazioni/giardini/foto_2.htm

o Andrea Caretto – Raffaella Spagna  E.S.C.U.L.E.N.T.A, azione collettiva di raccolta e consumo alimentare di materiali naturali, progetto pubblicato sul sito: www.esculenta.org

 Thesis

o Veronica Locatelli, “L’opera di Andrea Caretto e Raffaella Spagna nella prospettiva dei rapporti tra arte e natura”, Università Cattolica di Brescia, Facoltà di Lettere e Filosofia, Scienze e Tecnologie delle Arti e dello Spettacolo, AA. 2007-2008

o Lorenzo Mazza; “Creazione, mediazione e territorio sociale: materiali per un’indagine sull’arte partecipata in Toscana. Il progetto c.a.p. 55049 a Viareggio”  Par. 7.4 “Workshop Movimento terra a Pelago (Firenze) con Andrea Caretto e Raffaella Spagna”, pp. 115-1123. Università degli studi di Bologna, Facoltà di Lettere e Filosofia, Coso di laurea in Scienze della Comunicazione, AA. 2005-2006

o Sara Costa; “Giuseppe Penone, il maestro del dialogo tra corpo e natura. Ricerche di prospettive penoniane delle prospettive recenti. Confronto e analogie con le ultime generazioni”. Cap. 14 “Andrea Caretto e Raffaella Spagna” pp. 84-104 e 117-126. Corso di laurea specialistica in storia dell’arte, Università degli studi Roma “La Sapienza”, AA. 2005-2206